Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2018

Siria, cosa diremo ai nostri figli quando ci chiederanno dove eravamo?

Immagine
tratto da ilfattoquotidiano qui di Fabio Manenti
... ecco, mentre le elezioni sono alle porte, come sempre non ci accorgiamo che intorno a noi il mondo è sempre più crudele. Milioni di bombe e anni di guerra non riescono mai a ricordarci di essere ... umani. A volte qualche foto rubata alla sofferenza di un popolo o solo di un bambino ce lo ricorda, ma dura poco. 




Guardo allaSiriae non trovo piùanimad’uomo. Negata la ragione, o non accetterebbe alcuna giustificazione per un talescempiodi vita. Negato l’istinto, che insegna a ogni animale a custodire la prole. Vedo un uomo che si fa dio mentre nega Dio: non ha spirito, non è né padre né figlio. Fosse padre, fosse figlio, non farebbe quello che sta facendo. Fosse vivo, sentirebbe la carne aggrovigliarsi guardando un solo volto incipriato da calcinacci e disperazione. 

INTERVENTO SU "LA NUOVA FERRARA"

Immagine
"La Nuova ferrara del 24 febbraio 2018 - pag.30"

IN GRECIA STANNO BENE. LO DICE FITCH. RIUNIONI GECOFE DI LUNEDÌ 19 E MERCOLEDÌ 21

Immagine
"Cosa mi serve sapere cos'è un avanzo primario del bilancio dello Stato?" "Semplicemente ad essere libero" Più ritieni noiosa una conoscenza più sei in pericolo a non sapere cos'è

IL CONSENSO, LA DEMOCRAZIA E IL DEBITO

“Ma tu per chi voti?” Questa la domanda che ognuno di noi farà – in confidenza – ad amici e parenti, ma soprattutto a se stesso. Da qui fino al 4 marzo. Nella canzone “Mrs Robinson” Simon & Garfunkel cantavano “Quando vai a votare e sei di fronte ad una scelta, qualsiasi scelta fai hai già perso”. Sarà così anche questa volta? Temiamo di sì. 
Desideriamo sgomberare il campo da facili critiche ai politici, spesso accusati di inefficienza e corruzione. Questi aspetti rappresentano un altro problema. Quello che intendiamo condividere con i nostri concittadini sono punti ben più gravi e drammatici. Siamo convinti che sia necessario spostare l’attenzione su noi cittadini e sulle idee che ognuno di noi ha in particolare sull’economia in funzione del benessere della collettività. Su questo e diversi aspetti fondamentali abbiamo ceduto ad altri il nostro ‘consenso’, delegando persone che si sono rivelate anche incapaci o in malafede. Che cosa abbiamo effettivamente delegato?