LA MICROECONOMIA, A-B-C- DELLA MACROECONOMIA

RELAZIONE EMME DEL 9-12-15

Nell'ambito dei Sottogruppi di lavoro organizzati dal Gruppo Economia come metodologia di lavoro e di sviluppo dei vari argomenti che intendiamo trattare, gli "audaci" o "risoluti", come si sono appellati gli amici del S.G. della Moneta Complementare 'EMME', si sono incontrati e di seguito hanno voluto testimoniare il loro impegno e i primi risultati di un esperimento o "provocazione" che inizia a dare le prime soddisfazioni. C'è da fare ancora e tanto ma questa è una manifestazione di volontà, di buona volontà che porterà soddisfazione. Creare una consapevolezza e rimuovere le deviazioni del sistema non è facile e non sarà a breve scadenza ma, come ogni buon contadino sa, se non si pianta il seme non crescerà mai la pianta e quindi i frutti.
Un abbraccio "risoluto".

...ieri sera 1° incontro di sottogruppo di Emme, con la presenza di 6 persone (Claudio B., Graziano, Gianfranco, Marco M., Mirco e il sottoscritto).
Abbiamo iniziato con un sunto della relazione tenuta da Gianni B. Nell'Aprile-Maggio, scorsi "COME CREARE LA NOSTRA VALUTA COMPLEMENTARE" nella fattispecie " I TRE FATTORI PER IL SUCCESSO DELLA MONETA COMPLEMENTARE: 
1- IL MOMENTO GIUSTO;
2- LA LEADERSHIP LOCALE;
3- UN VALIDA PIANIFICAZIONE.
Punto 1, abbiamo concordato che è stato centrato dato il buon numero di scambi, a partire dal pane. La "provocazione" del pane, ideata da Gianni B, è stata raccolta e portata avanti e continua tutt'ora sostenuta da Claudio B.
Gli scambi si sono succeduti con prodotti di varia natura, dall'alimentare, ai servizi, all'artigianato.
Il volume degli scambi, da Maggio ad oggi, è stato di circa 3000 M, ma è anche emerso un dato molto interessante: attualmente il saldo attivo generale generale è di 822,85 M mentre il saldo passivo generale è di 242,85 M. Se chi è in attivo e chi è in passivo decidessero, entro fine anno, di portarsi in pareggio, ci sarebbero ulteriori 1000 M di volume di scambi!!!!
Partendo da un'idea partita come provocazione, il risultato ci sembra essere stato di un bilancio Ottimo!
Punto 2, al momento, si è detto, non essere così importante parlare di leadership locale, almeno finchè si opera con un gruppo ristretto di persone che si conoscono tra loro. Nel momento in cui aumenterà l'esigenza, si prenderanno le misure necessarie, nel frattempo si terrà monitorata la situazione in modo più preciso, con gli incontri di sottogruppo e tenendo statistiche precise. Oltre ai dati elaborati da Alberto, si è iniziato ad inserire i dati per valutare periodicamente i flussi, per un miglior orientamento degli stessi. (Ha iniziato Gustavo).
Punto 3, finora non è stato fatto nulla o quasi, quindi io e Claudio B, inizieremo a contattare direttamente quelle persone che sono molto sbilanciate, in attivo o in passivo, per stimolarle a riportarsi in pareggio in tempi brevi. Sono in via di elaborazione altre iniziative.
Tornando agli interventi, si è parlato di LIBEREX e di altre MONETE COMPLEMENTARI, è risaltato il problema di chi volesse entrare nel circuito Emme ma non sà cosa scambiare di suo. Sono emerse varie ipotesi, da mettere a punto nei prossimi incontri.
Abbiamo discusso di alta qualità dei prodotti e dei servizi, a fronte di prezzi calmierati, e a parità di categoria. Questo è stato valutato come punto importantissimo, per sviluppare una rete di scambi molto solida e sicura, anche se servirà un pò più di tempo. Si è detto di vigilare in questo senso e di segnalare eventuali carenze per farle correggere ed eliminarle immediatamente. Dobbiamo essere tutti interessati a farlo. Prodotti sani derivati da coltivazioni e allevamenti Bio.
Inoltre si può istituire una sorta di apprendistato, per chi volesse sviluppare una passione, affiancato da qualcuno del gruppo che nel tempo può diventare un lavoro vero e proprio. Sono gradite segnalazioni, da parte del gruppo, di giovani o meno giovani interessati.
Infine, guardando la lista dei Saldi, risulta evidente che più della metà degli iscritti è a scambio zero o quasi. Anche questi saranno contattati per capirne il motivo.
Lanciamo uno slogan "LA MICROECONOMIA, A-B-C- DELLA MACROECONOMIA".
La presente relazione è a disposizione del gruppo per eventuali suggerimenti migliorativi.
Un carissimo saluto a tutti, 
Gustavo.

Commenti

Post popolari in questo blog

AI CITTADINI FERRARESI E ALLA FINANZA INTERNAZIONALE

IL CONSENSO, LA DEMOCRAZIA E IL DEBITO