LA LONTANISSIMA ISLANDA

Ieri sera 17/11/2015 abbiamo avuto una piacevole serata in cui si è parlato della situazione islandese, la crisi del 2008, le conseguenze, la particolare reazione della popolazione che ha portato alla ricerca dei veri responsabili del disastro portandoli poi in tribunale. Certo l’slanda è una piccola realtà, un’isola in mezzo al mare, ma è anche un laboratorio in cui si sta sperimentando qualcosa di diverso. Non sappiamo e non vogliamo essere noi a dirlo quanto l’esperimento in corso sia esportabile ma di sicuro potrebbe essere una fonte di ispirazione, vedere le cose da un’angolazione diversa. Scoprire che in fondo ci sono altre vie da seguire e da sperimentare.
Economisti di pregio come Turner e Werner stanno dando il loro contributo al dibattito e riteniamo utile che le persone, fuori dall’Islanda, approfittino per ampliare le loro conoscenze attraverso quell’esperienza ad oggi ancora in corso.
Di seguito il link al documento prodotto per lanciare il dibattito qui  e una prima traduzione, non perfetta, ma che può essere di aiuto per chi ha difficoltà con l’inglese qui  (prometto appena possibile di rendere disponibile una traduzione migliore).


Vi auguro un buon approfondimento.

Commenti

Post popolari in questo blog

IL CONSENSO, LA DEMOCRAZIA E IL DEBITO